Le sirene invadono il British Museum

Una protesta ha colpito anche il British Museum, il museo più famoso della capitale britannica, visitato ogni giorno da centinaia di persone.

A scatenare la protesta degli attivisti ecologistici è stato il finanziamento della BP, la British Petroleum la compagnia petrolifera più importante del paese, alla mostra temporanea Sunken Cities. Centinaia di attivisti, travestiti da sirene, si sono raggruppati all’esterno del museo e all’interno, nella Great Court. Gli attivisti hanno dichiarato che una sponsorizzazione da parte della BP a Sunken Cities è quasi una parodia. Infatti a mostra mette in scena le città scomparse del passato mentre la compagnia petrolifera è accusata di essere parte della distruzione delle città del presente.

ab9a1844-01

I curatori del British Museum hanno dichiarato che rispettano tutte le opinioni e il diritto di manifestare, anche all’interno del museo, se questo non danneggia le opere.

Anche Greenpeace era intervenuta a maggio, scalando le colonnate del museo, affiggendo manifesti contro la BP.

Post Author: The Italian Zone

Leave a Reply