Sempre più problemi per il Regno Unito

Dopo il weekend di pericolo conclusosi con l’arresto del diciannovenne che programmava ulteriori attentati a Londra, arrivano le notizie sul campo profughi di Calais e sul possibile conflitto costituzionale post-Brexit.

Francia e UK si stanno muovendo per sgomberare tutto il campo profughi di Calais, chiamato da tutti la Giungla, mentre le associazioni e le charities protestano per il possibile futuro di questi rifugiati, soprattutto per i minori. Già nella scorsa settimana più di duecento bambini sono arrivati sul suolo inglese ma sono solo una minima parte dei 1300 e forse anche più minori che vivono nella Jungle.

london-workers-630x210

Sul fronte interno invece la Prime Minister Theresa May annuncia un possibile scontro costituzionale se i tre stati del Regno non troveranno un accordo sulla Brexit. La mAy è già pronta ad affrontare in colloquio i primi ministri di Scozia, Galles e Irlanda del Nord. Ma lo scontro fondamentale è con Nicola Sturgeon, first minister della Scozia e convinta europeista.

E mentre il rischio terrorismo rimane alto, resta pericoloso anche il dibattito interno e la crisi europea.

Post Author: The Italian Zone

Leave a Reply