L’Alta Corte decide sulla Brexit

Tutto è iniziato il mese scorso quando Gina Miller, imprenditrice e donna d’affari, ha presentato un reclamo all’Alta Corte inglese. Supportata da altre persone, Miller ha riferito ai giudici che Theresa May non può attivare l’articolo 50 senza il supporto del Parlamento.

Dopo tre giorni di udienza ad ottobre, i giudici dell’Alta Corte, Lord Chief Justice, Lord Thomas e altri due Senior Judges, oggi alle dieci pronunceranno il loro verdetto.

May e il suo team hanno replicato dicendo che attraverso la ‘royal prerogative’ del primo ministro, Theresa May può iniziare il processo della Brexit e informare Bruxelles delle sue azioni senza passare prima dal parlamento.

high-court-judges-at-west-007

Per quanto venga vista da molti come una possibilità per fermare il processo di uscita del Regno Unito, in realtà si tratta più di un problema costituzionale. Non essendoci una vera costituzione scritta, il caso è molto delicato e spetterà ai giudici decretare se il PM da solo ha il potere costituzionale per trattare l’articolo 50 o deve affidarsi alla decisione del parlamento (che in questo caso potrebbe non supportare il PM).

Per quanto riguarda i problemi costituzionali, sollevati già in precedenza da molti esperti, anche il presidente della Corte Suprema, Lord Neuberger, ha dichiarato che forse è giunto il momento per il Regno Unito di adottare una costituzione scritta.

Post Author: The Italian Zone

Leave a Reply