Elezioni U.S.A. : Cosa prevedono i bookmaker?

In Inghilterra piace molto scommettere e le analisi dei bookmaker possono dare un’idea generale di quale sia il pensiero comune dei cittadini. Chi vincerà le elezioni U.S.A.?

Non si tratta affatto di un dato assoluto e certo. I bookmakers davano per scontata la vittoria del “remain” nel referendum del Regno Unito sulla “Brexit”. L’esito del voto, ovviamente, lo conosciamo tutti: a sorpresa fu “leave”.

Per quanto riguarda le scommesse per la presidenza americana: il vantaggio di Hillary Clinton su tutti i principali rivali alla corsa alla Casa Bianca è rimasto sempre intorno (o superiore) ai 10 punti percentuali.

La situazione delle scommesse sull’argomento, però, è stato molto labile. La quota iniziale su Trump era molto alta, andava 150 sopra la posta, fino a poche settimane fa la quota della Clinton era bassissima. Le carte sono state rimescolate dagli scandali sessuali di Trump e l’uso illegale delle email da parte della Clinton, ridefinendo la situazione.

Un dato statistico ha rilevato che circa il 67% di coloro che avevano scommesso sulla Brexit stanno puntando fortemente su Trump vincente ed anche la società di sondaggi IBD, molto precisa negli scorsi anni, dà addirittura Trump in vantaggio di 2 punti.

Da 14 punti percentuali, il vantaggio di Hillary sul rivale repubblicano si è ridotto ad un misero 1%, stando agli ultimi sondaggi del 1° Novembre.

La maggior parte degli analisti, comunque, è concorde nel dare la vittoria a Hillary Clinton dopo aver dato uno sguardo all’early voting avvenuto in North Carolina e Florida. E’ opinione comune che vincere in uno di questi due stati chiave darebbe quasi certamente la presidenza alla Clinton.

Non dimentichiamoci che tratta solo di pronostici e di speranze di guadagno, nulla di più. Nelle ultime ore pare che Hilary Clinton sia in testa con il 46,8% contro il 44,3% di Donald Trump.

 

 

Post Author: Giulia Livia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *