Niente cure ospedaliere senza passaporto?

Durante la campagna pro-Brexit era stata fatta questa promessa ai cittadini britannici: con l’uscita dall’Unione il Regno Unito avrebbe risparmiato 350 milioni alla settimana che sarebbero stati versati al NHS, il sistema sanitario nazionale.

Questa promessa fu subito ritirata, visto l’impossibilità di attuarla e ha lasciato il NHS sovraccaricato e senza fondi. Il ministro Jeremy Hunt aveva promesso di trovare 8,4 miliardi per risanare le casse del sistema sanitario, cifra che non è ancora saltata fuori. E qui si inserisce la nuova proposta avanzata da Chris Wormals, alto funzionario del sistema sanitario: eliminare il cosiddetto Turismo sanitario, per cui persone non residenti nel Regno Unito usufruiscono del sistema sanitario gratuito per visite e test ospedalieri (non le emergenze). Solo presentando il passaporto all’ospedale sarà possibile ottenere queste cure. Questo sistema viene applicato solo per le persone extracomunitarie, dunque noi italiani saremo esclusi per ora dal controllo.

440px-nhs-logo-svg

Controllo che viene già utilizzato nell’ospedale di Peterborough, cittadina con una forte presenza di cittadini dell’est Europa. Subito sono piovute le critiche sia da parte dei medici, che non trovano etico e professionale questo sistema, sia dall’opposizione politica che l’ha definita una proposta vergognosa. E inutile, in quanto andrebbe ad incidere solo per il 0,3% della spesa sanitaria nazionale che ora ammonta a 91,5 miliardi. Come ha riferito il medico Simon Stallworthy, questa proposta non farebbe altro che trasformare i medici in agenti del servizio d’immigrazione, prevenendo le cure a pazienti bisognosi.

Yes Radio!
Yes Radio! 
YesRadio!

Post Author: The Italian Zone

Leave a Reply