#worldAIDSday: perché è importante informarsi ed informare

Oggi è la giornata modiale contro l’AIDS. E’ importante sensibilizzare il pubblico su questa malattia di cui si forse si sente parlare meno ma, purtroppo, è sempre presente.

L’Unicef lancia l’allarme: “ogni due minuti un giovane adolescente contrae l’Hiv”.

Se entro il 2030 non ci saranno ulteriori sviluppi per la comunicazione e sensibilizzazione del target adolescenziale, il rischio di contagio aumenterà e potrebbe arrivare fino a 400.000 persone contagiate in un anno, rispetto ai 250.000 del 2015 in tutto il mondo.

Nel 2015 l’Aids ha causato 41.000 vittime fra ragazzi tra i 10 e il 19 anni, questi sono i dati presi dal settimo rapporto “For Every Child: End AIDS”, fatto sui bambini su scala mondiale.

E’ necessario incrementare sensibilizzare questo giovane pubblico a questa malattia e a tutte le precauzioni da adottare.

Arriva anche l’autodiagnosi. Da oggi si trova in vendita nella farmacie il test Fai da Te, raccomandato dall’Organizzazione mondiale della Sanità.

Il dispositivo, disponibile da oggi in diverse farmacie nazionali, costerà 20 euro e potrà essere acquistato da maggiorenni anche senza ricetta medica. Eseguire il test è semplice: attraverso una piccola puntura sul polpastrello viene prelevato il sangue che nel giro di 15 minuti viene analizzato dal misuratore presente nel kit. Il risultato del test  attendibile quasi al 100%.

Oltre a questo test c’è da ricordarsi degli altri test gratuiti e anonimi offerti attualmente dal Servizio sanitario nazionale, in Italia.

L’Italia è ai vertici europei nella lotta all’Hiv: il nostro Paese è il secondo in Europa, dopo la Francia, a mettere in commercio il test per l’autodiagnosi precoce. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), oltre a raccomandarlo nella Giornata mondiale contro l’Aids, ha deciso di rendere consapevole del loro stato il 90% di persone con Hiv entro il 2020.

 

 

Post Author: Giulia Livia

Leave a Reply