Il negoziatore UE per la Brexit: Entro il 2018

E’ chiaro il messaggio di Michel Barnier, capo negoziatore EU per la Brexit: se il governo Britannico attiverà l’articolo 50 a fine marzo tutte le procedure e gli accordi dovranno essere stipulati entro la fine del 2018, cioè in meno di due anni. E prima delle elezioni europee che si terranno nel 2019.

Insomma, meno di 18 mesi per negoziare il tutto. Barnier specifica che non importa che sia ‘hard’ o ‘soft’ l’importante è giungere ad un accordo chiaro tra Bruxelles e Londra in questo poco tempo.

Il punto di vista di Berlino invece è molto più duro, come ha ribadito Angela Merkel al convegno del suo partito. Il Regno Unito dovrà garantire la libera circolazione dei cittadini europei sul suo territorio se vorrà avere accesso al mercato unico. Infatti, il governo britannico ha cambiato rotta ed ora vorrebbe rimanere in un mercato unico, decidendo però su materie come immigrazione e lavoro.

Resta comunque il problema della ratifica del trattato, sia da parte del Parlamento Euopeo, per cui ci vogliono circa 6 mesi, sia da parte degli altri stati del Regno Unito, Scozia e Irlanda che chiedono di esprimersi a gran voce sulla Brexit.

Nonostante i cambi di governo e le elezioni vicine in molti stati europei, Barnier rimane fermo: L’Europa è unita e bisogna raggiungere un accordo chiaro e ordinato.

Post Author: The Italian Zone

Leave a Reply