Regent's Park

Regent’s Park, per respirare a pieni polmoni l’arrivo della primavera

La primavera si avvicina e cominciano a nascere la prime gemme. Quà e là compaiono timidamente i primi boccioli e non so a voi, ma a me ritorna la voglia di passare il mio tempo libero all’aria aperta, respirando a pieni polmoni l’arrivo della bella stagione. A tal proposito vi cosiglio un pomeriggio a camminare tra il verde dei Regent’s Park, uno dei parchi simbolo della Capitale britannica. Situato nella parte settentrionale del centro londinese, nella zona di Westminster è percorso da due strade circolari concentriche, chiamate rispettivamente Outer Circle ed Inner Circle. Si tratta di un parco reale, come gran parte delle altre aree green londinesi. Cosa significa? Significa che tutte queste zone non sono pubbliche, ossia appartenenti a tutto il popolo inglese, ma sono esclusiva proprietà della monarchia inglese, il cui uso pubblico è frutto di una scelta totalmente discezionale della regina, in base a delle regole contenute in un apposito atto legislativo, il Crown Lands Act 1851. Storicamente, come buona parte delle aree verdi di Londra, quest’area veniva usata come riserva di caccia. Solo con il tempo, questa superficie, più conosciuta con il nome di Marylabone Park, venne ristrutturata dal celebre architetto John Nash, il quale cercò di soddisfare l’amore degli inglesi per la vita di campagna pur adattandola a un contesto cittadino. Così al posto di coprire Marylebone con un’ennesima scacchiera di strade e piazze, Nash trasforma la zona in un parco pittoresco disseminato di ville, con gruppi irregolari di “terraces”, nascoste tra gli alberi e avvolte nel verde.

Regent's Park

Il Parco ha una superficie di 166 ettari, con numerosi sentieri tra molteplici varietà di piante e fiori. Il momento migliore per vederlo è sicuramente in aprile-maggio, quando sono in fiore le oltre 400 varietà di rose del parco, per un totale di 30.000 fiori. Offre attività per tutti i gusti e interessi: per gli amanti dello sport questo è il parco che fa per voi, con la sua enorme area dedicata alle attività sportive, piste per fare jogging o pattinare, ciclabili, campi da football o da rugby, il tutto in un clima di pace e relax, avvolti nel verde e lontani dai rumori della città; per gli amanti degli animali invece il Regent’s Park include uno zoo e un laghetto che ospita molte varietà di uccelli. Inoltre, sono ormai diventati un attrazione turistica, i numerosi scoiattoli che popolano il parco: oramai abituati all’uomo, vi accoglieranno non appena metterete piede al parco, nella speranza che vi cada per strada un biscotto o una nocciolina. Infine per gli amanti dello spettacolo potrete ammirare diverse varietà di performance al teatro all’aperto, collocato nel cuore del Parco. Non vi resta che allacciarvi le scarpe ed andare a scoprire uno dei parchi più green di Londra.

Post Author: Soraya Pedone