Francesco Mazzei (5)

Francesco Mazzei, lo chef “superstar” di Londra, racconta il Made in Italy e la sua missione.

Incontro con Francesco Mazzei, Chef stellato e superstar televisiva. Racconta della sua carriera, dei valori e della ricchezza della cucina italiana ma non solo: non ha mai smesso di amare Londra e con i suoi corsi di cucina porta tantissimi giovani cuochi italiani a vivere un’esperienza all’estero. 

Inizi a lavorare giovanissimo, a 18 anni apri il tuo primo ristorante in Calabria. Ora siamo nella tua “Sartoria” vicinissima a Piccadilly Circus, una delle piazze principali di Londra. Come possono essere riassunti questi tuoi 25 anni di carriera?

La mia carriera è stato un crescendo: Calabria, Roma, Edimburgo, Bangkok ma  la parte migliore della è sicuramente Londra. L’ho lasciata tre volte e ogni volta sono tornato. Sempre.

Com’è lavorare a Londra per te?

Noi chef qui siamo delle superstars. Siamo molto apprezzati ma non dobbiamo dimenticare perché. Abbiamo il grandissimo compito di portare alta la bandiera del “Made in Italy”.

L’Italia è molto più di pizza e pasta!  A Londra gli chef  possono mettere i puntini sulle I sulla cucina. Raccontare e trasmettere attraverso i propri piatti ciò che l’italia po’ dare nel mondo. Idealmente noi italiani con la nostra cucina potremmo conquistarlo il mondo! La scelta di ricette è vastissima, perciò, lo ribadisco, non solo pizza e pasta. Iniziamo a parlare di ogni cucina regionale! La nostra forza sono le regioni e le loro tradizioni.

Ogni Chef quindi ha una missione?

La missione di ogni cuoco è quella di non snaturare la cucina italiana ma valorizzarla al massimo  per farla conoscere all’estero e far conoscere la regionalità. Ciò creerebbe occupazione all’estero, nuove imprese e nuovi clienti.

Una risposta alla crisi del nostro Paese?

Potrebbe essere una risposta alla crisi,sì.

 La cucina italiana è una presenza importante e costante qui a Londra. Tra tutti questi concorrenti, come si diventato il Miglior Chef di Londra?

Non lo so,io ritengo di avere tanto da migliorare!

Gli inglesi apprezzano il “made in Italy” ma spesso e volentieri con dei compromessi…

Venti anni fa era cosi. Gli inglesi sono molto aperti alle culture diverse dalla loro. I miei bambini all’asilo qui a Londra, pranzano con un menù diverso ogni giorno, ciò insegna fino dalla giovane età a conoscere e provare i piatti delle altre culture.

Per quanto riguarda il cibo italiano, ora lo puoi trovare nei supermercati. I prodotti italiani sono arrivati, perché  ora gli inglesi, rispetto a tanti anni fa, vogliono mangiare bene e saper cucinare. I miei corsi di cucina sono frequentati da molti inglesi.

 Francesco Mazzei

 Hai partecipato allo show della BBC “Saturday Kitchen” e alla versione inglese di “MasterChef” nel  2015. La tua carriera nasce in Italia grazie a tante esperienze durante gli anni. Cosa pensi dei giovani aspiranti Chef che si iscrivono a questo genere di programma televisivo per iniziare la loro carriera?

E’ un grande sbaglio,  un illusione. Non c’è conoscenza e neppure coscienza del mestiere.

Un grande chef si vede con il tempo e sacrificio. Un cuoco vero deve avere una forza doppia nelle cose. La televisione non aiuta, il mestiere si impara sul campo e la cucina è un campo di battaglia.

Il tuo mentore è stato al tempo Angelo Sabetta, grazie ai programmi televisivi e alla tua notorietà potresti essere anche tu l’ispirazione di qualche giovane chef qui a Londra. Cosa puoi consigliare?

Abbiamo tanti ragazzi giovani che fanno lo stage da noi. Io stesso mi occupo di portare su i ragazzi delle scuole alberghiere in Italia e anche di qualche college. Frequentano i nostri corsi ,“Li facciamo crescere” e poi  li assumiamo. Ora stiamo integrando anche un college inglese nel progetto.

I corsi di cucina invece saranno da Radici, locale in prossima apertura, il mio nuovo ristorante ad Upper Street. I corsi saranno sia sulla cucina che sul vino e sarò io in persona ad insegnare ai miei corsisti.  A partire dalla colazione tutti insieme.

Concludiamo in leggerezza, ogni giovedì esce sul nostro una ricetta di una regione italiana, senza svelare ovviamente i tuoi segreti, puoi consigliare ai nostri lettori una ricetta semplice da poter replicare nelle loro case inglesi?

Posso suggerirvi una ricetta mediterranea: la ciambotta dii verdure. Una delle ricette che preferisco, perché mi ricorda la mia infanzia. Mia madre la cucinava la notte prima di andare in visita alla Madonna sulla collina. La ciambotta era la mia merenda della domenica.

 

TROVI LA RICETTA QUI: La Ciambotta di verdure di Francesco Mazzei

Post Author: Giulia Livia

Leave a Reply