holifestival

Holi Festival: la festa Hindu dei colori a Londra, fra tradizione e modernità

Il Festival Holi, detto anche Festa dei colori o Festa dell’amore, segna l’inizio della primavera per la tradizione Hindu e cade tra la fine febbraio e la prima metà di marzo.

Nel 2017, la celebrazione ufficiale è oggi, lunedì 13 Marzo. Ma qui a Londra non è mai troppo tardi per festeggiare!
Le occasioni per vivere questo coloratissimo evento sono iniziate la scorsa settimana e proseguiranno fino all’estate.

La storia del festival ha origine in India e Nepal, dove tutt’oggi ha una forte connotazione religiosa: nel passaggio tra inverno e primavera, lo Holi identifica la vittoria del bene sul male.

Secondo la tradizione, la notte prima del festival si accende un grande falò (Holika Dahan), grazie al quale Holika, sorella del re dei demoni e simbolo di oscurità, viene distrutta e Prahada, sua nipote e simbolo della luce, viene salvata con l’intercessione di Vishnu.

Il carnevale dei colori ha luogo la mattina successiva ed è aperto a tutti. Le polveri colorate (o gulal) hanno ognuna un significato differente e si legano al culto dell’amore tra Krishna e Radha, quindi all’arrivo della primavera.

Negli ultimi anni, il Festival Holi ha spopolato nella cultura globale proprio per questa esplosione di tinte, riproposta in molte parti del mondo, secondo varie modalità.

La città di Londra ha adottato il festival tanto per il periodo primaverile, incrociando tradizione e modernità, quanto per quello estivo.

Fino a Sabato 18 Marzo, potrete assaporare le note di colore dello Holi alla #HouseofHoli, nel centro della City, uno spazio di gioco e divertimento per tutti.

L’evento più importante per i Londoners, tuttavia, si terrà a quattro mesi di distanza dalle celebrazioni ufficiali. Sabato 29 Luglio, al Wembley Park, ci sarà infatti il Festival of Colours, durante il quale vari gruppi musicali animeranno l’attesissimo lancio di colori.

I biglietti stanno già andando a ruba, per cui affrettatevi: è una festa da non perdere!

Post Author: Lara Corsini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *