Happy Pi-Day

Happy Pi-Day! 14 Marzo, la giornata internazionale del Pi-greco

Cosa ha di speciale il 14 Marzo?

Matematici e fisici lo sapranno di sicuro: si festeggia infatti il Pi-Day, una giornata dedicata al Pi-greco (π).

In origine, il Pi-greco (3,14159…) è stato utilizzato dal matematico Eulero per determinare il rapporto tra la circonferenza di un cerchio e il suo diametro.

Qualche secolo dopo, Galileo Galilei e Niccolò Copernico hanno utilizzato il Pi-Greco per calcolare la distanza tra la Terra e i Corpi celesti, motivo per cui tutt’oggi questa costante viene adoperata per calibrare i sofisticati strumenti usati da astrofisici e astronomi.

Questo elemento matematico, irrazionale e trascendente, si può individuare in molti elementi naturali e perfino nell’essere umano: si trova nella struttura del Dna, nelle spirali delle conchiglie marine, come nelle increspature che si provocano lanciando un sasso nell’acqua.

Il fascino di questa lettera, in tutte le sue declinazioni, colpisce sia esperti nel campo scientifico sia persone comuni.

La data 3/14 – il 14 Marzo, secondo la convenzione anglosassone – richiama le prime cifre del Pi-greco, 3,14, oltre a cadere il giorno dell’anniversario della nascita di Einstein.

Perché, quindi, non approfittare di queste casualità e creare un giorno dedicato allo studio delle scienze, così da avvicinare il pubblico alle cosiddette STEM (Sciences, Technologies, Engineering and Mathematics)?

Detto, fatto: nel 1988 il fisico Larry Shaw lancia per la prima volta il #PiDay, presso l’Exploratorium di San Francisco.

Con l’avvento del Web 2.0 e 3.0, è bastato poco perché il Pi-day diventasse di uso popolare, entrando a pieno merito nella cultura Geek e guadagnandosi il suo sito web personalizzato.

Quest’anno, inoltre, il Ministero dell’Istruzione italiano ha cavalcato l’onda dell’evento per lanciare una gara tra studenti e scuole collegate online.

Insieme alla giornata del 14 marzo, si è diffusa l’abitudine di festeggiare cucinando una torta a tema: infatti, il termine inglese usato per il Pi-greco ha come pronuncia “pai”, ovvero la stessa delle gustose Pies anglosassoni.

E un’ultima curiosità: questo articolo è composto esattamente da 314 parole.

Buon Pi-Day!

pi-day

Post Author: Lara Corsini

Leave a Reply