Rugby Sei Nazioni: chi vincerà?

Sabato appuntamento fisso sull’agenda per tutti gli appassionati del rugby.

Televisori accessi, biglietti per lo stadio alla mano, bandiere e sciarpe pronte per l’occasione: Sabato si giocano le ultime partite del Torneo Sei Nazioni. Iniziato il 4 febbraio scorso si concluderà Sabato, in concomitanza con i festeggiamenti di San Patrizio.

Il Torneo Sei Nazioni, quì a Londra Six Nations Championship e in irlandese Comórtas na Sé Náisiún, è il più importante torneo internazionale di rugby a 15. Nato come Home Championship nel 1883, vedeva in gara le quattro Nazionali Isole britanniche ossia Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia.  Fu rinominato Cinque Nazioni in concomitanza della presenza nel torneo di un nuovo Stato, la Francia. L’aggiunta ufficiale della Francia avvenne nel 1910 e portò il numero di nazioni a cinque, malgrado l’opposizione della Scozia. L’Inghilterra dominò i tornei fino alla sospensione dovuta alla Prima guerra mondiale dal 1915 al 1919, vincendo quattro volte in cinque anni con tre Grand Slam.

Rugby

Nel 1931, il torneo tornò ad essere Quattro Nazioni a seguito dell’estromissione della Francia perché si scopri che alcuni suoi giocatori erano professionisti. I francesi furono riammessi nel 1939, ma dovettero attendere la fine della Seconda Guerra Mondiale per giocare di nuovo. Durante gli anni della Seconda Guerra mondiale infatti i giochi furono per ovvi motivi sospesi, e tra il 1940 e il 1947 il Cinque Nazioni non fu disputato. Nell’anno della ripresa la vittoria andò ad inglesi e gallesi a pari merito.

Il 5 febbraio del 2000 fu ammessa anche l’Italia e  il Campionato assume il nome attuale: Sei Nazioni.

Sabato si giocherà l’ultima partita di questo Campionato. Fiato sospeso e bandiere alzate per molti tifosi: chi vincerà?

Post Author: Soraya Pedone

1 thought on “Rugby Sei Nazioni: chi vincerà?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *