Wearenotafrai

We Are Not Afraid: la risposta di Londra all’attentato a Westminster

4 morti. 40 feriti. Questo è il bilancio del terribile attentato che ieri ha colpito il cuore di Londra.

Sgomento.

Paura.

Indignazione.

Queste le reazioni a caldo dopo l’ennesimo attentato che sporca di sangue le strade di un’altra città Europea. Eppure Londra reagisce e quelle stesse strade tornano in poche ore ad affollarsi di persone. Le metro riprendono le corse, i negozi continuano le loro attività e la città prosegue con il suo ritmo incalzante di ogni giorno. Il terrorismo punta proprio al contrario, l’obiettivo è creare terrore, immobilizzare dalla paura le persone, le vie, le città intere. Ma Londra non ci sta e si ribella nel modo più coraggioso di tutti: vivendo, vivendo nonostante tutto.

Questa mattina, tutte quelle persone che cominciano la loro giornata nonostante tutto, sono state accompagnate da messaggi di speranza e solidarietà per quanto accaduto, trascritti sulle bacheche solitamente utilizzare per informazioni di servizio. Parole che commuovono e che sono diventate subito virali sul web.

Wearenotafraid

“Il fiore che sboccia nell’avversità è il più raro e bello di tutti”. Così si legge sulla bacheca della stazione di Tower Hill, tratta dal film Mulan.

“Nel mondo possono accadere cose cattive. Ma fuori da queste situazioni ci sono storie di persone normali che fanno cose straordinarie”. Queste le parole scelte a Richmond.

E poi ancora “Bisogna che tu sia più forte proprio quando ti senti più debole” raccomandano alla Oval Station.

“Fianco a fianco ci schiereremo insieme” sceglie come frase Tottenham Court Road.

Sono moltissime le frasi e le immagini di solidarietà che affollano le pagine dei social con l’hashtag #LondonIsOpen, #Westminster e #WeAreNotAfraid.

Anche il Parlamento manifesta la volontà di non fermarsi davanti al terrorismo riunendosi regolarmente, nella sala di Westminster. Un’ennesima dimostrazione che Londra non si ferma ma non dimentica. La seduta infatti comincia con un minuto di silenzio in segno di vicinanza e rispetto per le vittime dell’attentato.

La solidarietà però non c’è solo sui social ma anche di persona. Il sindaco Sadiq Khan infatti, ha invitato con un Tweet tutte le persone che si trovano in questa grande città a partecipare questa sera a una veglia di solidarietà. La Trafalgar vigil avrà inizio nell’omonima piazza alle 6 pm. Un gesto semplice ma dall’immenso significato.

Tutto questo perchè #WeAreNotAfraid.

 

Post Author: Soraya Pedone

1 thought on “We Are Not Afraid: la risposta di Londra all’attentato a Westminster

    […] Mentre attraversiamo strade semi-deserte, constatando la differenza con i quartieri in cui abitiamo, raggiungiamo Trafalgar Square, dove man mano si raduna una piccola folla. Qualcuno porta bandiere, qualcuno ha preparato striscioni: alcuni riportano motti dedicati all’amore e alla lotta all’odio, in altri leggiamo la scritta “We Stand Together”, altri ancora riportano l’esortazione del Sindaco Khan “We are not afraid“. […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *