brexit

Merkel: “un Paese terzo non potrà beneficiare degli stessi diritti di un Paese membro”

La cancelliera Angela Merkel, parlando al Bundestag prima del vertice europeo che deve fissare le linee guida sulla Brexit, ha ribadito la posizione della Germania sulla tematica in questione.

A dispetto delle voci che sussurrano l’obiettivo di Londra di raggiungere un accordo commerciale, con vantaggi propri dell’appartenza all’Unione Europea ma senza più farne parte, la Merkel non ci sta e lo ribadisce con forza.

La cancelliera ha rilevato che “un Paese terzo non potrà beneficiare degli stessi diritti di un Paese membro. Potreste pensare che questo e’ evidente, ma voglio dire chiaramente di avere la percezione che alcuni in Gran Bretagna si fanno ancora illusioni su questo”.

Merkel

Dal discorso alla camera del Bundestag emerge tutta l’intenzione di raggiungere un accordo “giusto e costruttivo” ma non si può pretendere di avere i diritti spettanti ai paesi menbri dell’Unione europea senza però farne parte.

Anche la Germania si focalizza sui punti chiave delle linee guida sul tema Brexit: in primis, tutelare gli interessi dei cittadini tedeschi, con l’obiettvo che risentano il meno possibile l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Secondariamente evitare danni provocati da incertezze legislative da parte dell’Ue e in terzo luogo rafforzare la coesione dei 27 Stati membri che restano nell’Unione.

Post Author: Soraya Pedone

Leave a Reply