Colin Firth

Colin Firth chiede la cittadinanza italiana dopo il “disastro” Brexit

Tra i personaggi che più incarnano il british style svetta Colin Firth: eppure, secondo le dichiarazioni del suo agente, il pluripremiato attore ha appena chiesto la cittadinanza italiana!

A seguito del voto sulla Brexit, lo scorso giugno 2016, Firth aveva dichiarato a un magazine austriaco di essere “profondamente deluso” dal risultato del referendum, da lui definito un disastro.

Secondo quanto il suo agente ha comunicato alla stampa, l’attore avrebbe iniziato le procedure per richiedere il doppio passaporto italo-britannico, per il quale ha tutte le carte in regola.

Firth è infatti sposato da 20 anni con la film-maker italiana Livia Giuggioli, dalla quale ha avuto due figli, parla fluentemente italiano, ha casa a Città della Pieve (Umbria) e ha già collaborato per vari film girati in Italia.

Colin Firth and Livia Giuggioli
Colin Firth e Livia Giuggioli – ELLE

La decisione è probabilmente giunta in seguito alla delusione per il distacco del Regno Unito dall’Europa, insieme alle incertezze date proprio dalla Brexit, che lo porterebbero ad avere una cittadinanza diversa da quella della moglie e dei figli, con possibili conseguenze burocratiche.

Colin Firth, fortemente legato all’identità europea più che alla Gran Bretagna, aveva in precedenza dichiarato di non sentirsi legato alle proprie origini geografiche.

Molti sono gli europeisti nello scenario teatrale e cinematografico britannico ad aver reagito di fronte al risultato del referendum, insieme a tanti cittadini comuni in UK: le richieste di doppia cittadinanza britannico-europea sono aumentate esponenzialmente in seguito al voto, in particolare rivolte all’Irlanda.

Post Author: Lara Corsini