Pizzolo

Passione, tradizione e famiglia sono gli ingredienti unici del Pizzolo: la storia di Giuliana, Giuseppe e Davide

Giuliana, Giuseppe e Davide, sono giovani, sono italiani e sono una famiglia. Approdati a Londra con il sogno di far conoscere nella Capitale Oltre Manica le loro radici e i profumi della loro tradizione. Hanno deciso di puntare su un piatto tipico della loro terra, la Sicilia, e scommettere sulla cultura della buona cucina. Senza aggiungere ulteriori dettagli lascio che siano loro a raccontarsi.

Ciao Giuliana, Giuseppe e Davide! Partiamo dal vostro background, cosa vi ha fatti arrivare a Londra?

Nell’ordine siamo arrivati, Giuseppe, io e Davide, tutti con un lavoro nel proprio campo di studi ed interesse. Ciascuno di noi aveva già esperienze lavorative e studi consolidati nel proprio settore di formazione. Io sono appassionata di turismo e lavoro nel settore della ristorazione, Giuseppe e Davide si occupano di finanza. Siamo quindi approdati a Londra già con un lavoro e dopo un background maturato in Italia.

E poi?

Giuseppe è stato il primo a maturare l’idea di aprire un nostro business, qualcosa che fosse un nostro progetto, semplicemente qualcosa di nostro. L’unione come famiglia e la complicità come amici ci hanno permesso di elaborare l’idea e trasformarla in realtà. Quello che per molto tempo è stata solo un sogno ha piano piano preso forma, fino a vederci concretamente impegnati a cucinare tutti assieme fino a tarda notte.

Spiegatemi a questo punto del vostro progetto, qual è il vostro sogno?

Il nostro sogno era di far conoscere la ricca tradizione culinaria della nostra terra, la Sicilia, e portarla in Inghilterra, per farla apprezzare non solo ai molti italiani che sono quì ma anche agli inglesi e alla vasta comunità internazionale che caratterizza Londra. Originariamente avevamo pensato di dedicarci agli arancini, noto piatto tipico siciliano, ma poi abbiamo pensato che volevamo distinguerci e portare qualcosa di completamente nuovo e ancora sconosciuto ai più. Per questo motivo dopo averci riflettuto a lungo abbiamo deciso che il nostro tratto distintivo sarebbe stata la scelta di un prodotto originario della nostra terra ma anche originale e ancora non famoso: il Pizzolo, la tradizionale pizza ripiena siciliana.

Raccontatemi di questo “Pizzolo”.

Il Pizzolo è un prodotto tipico siciliano di Sortino, un piccolo paese in provincia di Siracusa. Questa località è famosa per le “Pizzolerie”, locali dove si consuma il Pizzolo. Le persone del luogo fanno chilometri per andare a mangiare il Pizzolo a Sortino, perchè avrebbe dovuto essere diverso a Londra?

Fatemi venire l’acquolina in bocca, di cosa si tratta esattamente?

Il Pizzolo è una doppia pizza la cui particolarità sta nel fatto che la grammatura del panetto è quasi doppia rispetto alla normale pizza. Inoltre il tratto distintivo è la copertura della superficie con olio extra vergine d’oliva, origano e parmigiano prima di essere infornato, che conferisce croccantezza e doratura al prodotto. Al fine di creare un prodotto ad hoc abbiamo deciso di seguire la tradizione basandoci sulla ricetta e il procedimento originale, rispettando il tempo di lievitazione e utilizzando solo ingredienti italiani per la sua produzione, dalla farina ai condimenti. Dopo aver lievitato naturalmente quasi 24 ore, il Pizzolo viene inciso sulla superficie con un apposito strumento che si chiama “trattore” proprio perchè lascia dei piccoli solchi sull’impasto. Questo procedimento consente di poter tagliare in due parti il Pizzolo appena sfornato, che potrà essere farcito a piacimento. La farcitura è l’unico aspetto in cui abbiamo adattato il gusto italiano a quello inglese, affiancando ai classici ripieni siculi, come la parmigiana o la classica pomodoro e mozzarella, farciture affini al gusto inglese come il ripieno di pollo, ma sempre senza mai variare la tradizione dell’impasto.

Pizzolo

 

Qual è il punto di forza del “Pizzolo”?

Innanzitutto il gusto, legato alla storia della nostra terra ma facilmente adattabile al palato di tutti. La farcitura infatti può essere la più varia, non solo salata ma anche dolce. Una nostra specialità è il Pizzolo riempito con la crema di pistacchio di Bronte, ovviamente prodotta ed esportata dall’Italia, e guarnito con zucchero a velo e granella di pistacchio. Un’altra farcitura gustosa e molto apprezzata è la crema di Nutella. Inoltre è un prodotto facilmente riproducibile in serie. Questo è un grande punto di forza perchè nell’ottica di un espansione del business è semplice e veloce formare nuovi dipendenti, consentendo un rapido incremento della produzione e conseguentemente delle vendite.

Come avete cominciato la vostra avventura?

Innanzitutto abbiamo aperto la nostra Company. Con un investimento di 100 sterline e due ore di tempo abbiamo creato la nostra attività, la Pizzolo LTD . La burocrazia inglese è molto snella ed economica rispetto all’Italia e facilita i nuovi imprenditori ad entrare sul mercato.

Qual è il primo luogo in cui avete presentato il vostro prodotto?

Portobello Road Market (Acklam Road) a Notting Hill che è dove potete trovarci ogni sabato dalle 9 am alle 6 pm. Non è semplice entrare nell’ambiente dello street food perchè c’è moltissima richiesta però una volta dentro, il mondo del mercato è bellissimo. Non c’è competizione perchè ognuno è orgoglioso e felice di presentare il proprio prodotto, c’è molta solidarietà tra venditori. Inoltre l’ambiente del mercato è dinamico e frizzante e consente di poter testare il prodotto su una vasta gamma di clienti. Si parla e si presenta il prodotto a un pubblico vasto e internazionale, grande punto di forza di Londra perchè consente di avere un feedback sempre nuovo, con conseguente crescita personale e del business. Il prodotto piace e la reazione la possiamo vedere immediatamente sul volto della gente. In questo modo abbiamo ogni volta una recensione davvero autentica.

I vostri studi e percorsi professionali sono distanti dal mondo del food and beverage. Questo vi ha agevolato o è stato un ostacolo?

In realtà ognuno di noi ha portato la proprie competenze nella Company, permettendole di crescere e svilupparsi. Ciascuno di noi ha sfruttato le proprie competenze personali per far crescere il progetto. L’esempio più lampante è quello di Davide. Lui, appassionato di marketing, ha una capacità di vendere il prodotto che nessun altro di noi ha. La nostra formazione personale ha consentito di affrontare questa nuova avventura assumendo naturalmente e senza imposizioni, dei ruoli definiti, inclini a quelle che sono le nostre capacità. E’ grazie a questo che possiamo vantarci, o meglio, essere orgogliosi, del fatto che il nostro lavoro a Portobello ha un taglio serio e professionale.

Chi si occupa di cucinare il Pizzolo?

All’inizio lo importavamo. Poi per essere completamente autonomi ed abbattere i costi di importazione io, ovviamente con il supporto dei miei due soci, ho deciso di tornare nella mia terra e imparare da professionisti a farlo. Ho seguito un corso intensivo di 5 giorni, dove ho potuto apprendere i segreti della ricetta, e poi, non rimaneva che provarci. Tornata a Londra i miei due soci sono stati i primi a testare la mia cucina, poi amici e colleghi fino a quando il prodotto non è diventato esattamente come lo volevamo e siamo approdati a Portobello. Vorrei precisare però che l’amore per la cucina e il buon cibo mi è stata trasmessa dalla mia famiglia. Guardare per anni mia mamma cucinare è stata la migliore scuola che potessi avere.

Pizzolo

Quali sono i vostri progetti futuri?

Al momento tutti e tre manteniamo in concomitanza ciascuno i nostri corrispettivi lavori dal lunedì al venerdì e il fine settimana, terminato il lavoro d’ufficio, appendiamo nell’armadio camicia e cravatta ed indossiamo il grembiule. I prodotti sono sempre freschi perchè li cuciniamo di settimana in settimana così da offrire la massima qualità possibile ai nostri clienti del mercato. L’intenzione è riuscire a renderlo un lavoro a tempo pieno estendendoci in tre direzioni: la presenza in altri mercati di street food a Londra, vedere il nostro prodotto sugli scaffali delle delicatesse italiane quì e infine vendere il Pizzolo su larga scala, come le grandi catene di supermarcati. Inoltre, in aggiunta al Pizzolo, abbiamo cominciato l’attività di catering dove cuciniamo esclusivamente piatti della tradizione Siciliana.

Un’ultima domanda: perchè Londra?

Londra è una città in cui rendere i sogni realtà e possibile. La velocità della burocrazia e i costi facilmente sostenibili consentono al neo imprenditore di concentrarsi sul prodotto e sul suo sviluppo piuttosto che correre per uffici e perdersi dietro a pile di carte e documenti. Inoltre Londra è una città internazionale, un melting pot di culture che consente di testare veramente le potenzialità di un prodotto. Non esistono città eguali sotto questo punto di vista.

 

Per scoprire il Pizzolo, potete andare sulla pagina Facebook, sul nostro sito o direttamente a Portobello Market.

Post Author: Soraya Pedone

Leave a Reply