not one day more proteste may

“Not one day more”: in migliaia a Parliament Square contro May

Sabato 1 Luglio in migliaia sono scesi per le strade di Londra: “Not one day more” è lo slogan che ha guidato la protesta contro le politiche di austerità volute da Theresa May.

Secondo le stime del gruppo organizzatore, People’s Assembly Against Austerity, quasi centomila sono i cittadini che sabato scorso sono scesi in strada a dimostrare contro l’attuale Premier Theresa May e i Tories.

Migliaia le persone che hanno protestato, partendo dalla Portland Broadcasting house della BBC, passando davanti a Downing Street, fino a raggiungere Parliament Square, a Westminster.

Tra i molti cartelli e striscioni, ha imperato lo slogan “Not one day more“, letteralmente “Non un giorno di più“, insieme a “Tories Out“, per intimare tories e PM alla revisione delle politiche di austerità, che metterebbero alle strette una già provata economia nazionale.

not one day more BBC
La sfilata di protesta verso Parliament Square, fonte: BBC

Nella piazza davanti al Parlamento, vari speakers sono intervenuti, tra cui Jeremy Corbyn, leader del partito Laburista.

“I Tories sono in ritirata, l’austerità è in ritirata e così anche le motivazioni economiche dell’austerity – ha dichiarato Corbyn davanti alla folla – Ora bisogna puntare agli argomenti di giustizia sociale, di unità, del potere di coloro che si oppongono insieme al razzismo e a chi vuole dividere la nostra collettività.”

Molti i cori e i gruppi di sostegno rivolti alla tragedia della Grenfell Tower, eletta a emblema dei problemi di una low and middle-class lavoratrice, che soffre particolarmente dei tagli sull’economia e sui servizi avvenuti negli ultimi mesi.

I settori maggiormente colpiti dalle misure di austerità e da una crescente privatizzazione sono la sanità e il sistema dell’NHS, l’educazione, le politiche assistenziali per il lavoro e il council housing.

La speranza degli organizzatori è continuare a mobilitare quanti più cittadini possibili per far sentire la voce dell’opposizione al Governo, costituito da una maggioranza conservatrice messa in crisi dalle ultime elezioni.

Post Author: Lara Corsini

Leave a Reply