Spariranno tutte le bottigliette ‘usa e getta’ dal Borough Market

Sei mesi di tempo per un mercato più ecologico ed attento. E’ quanto il Borough Market di Londra ha deciso di fare come prossimo passo verso un impatto più sano e sostenibile nei confronti del mondo che ci circonda: spariranno tutte le bottigliette di plastica in circolazione finora.

Non a caso chi accederà al Borough Market potrà utilizzare senza problemi tre fontane e riempire i propri personali contenitori per bere. Gli oltre 100 stand di cibo presenti sul celebre mercato di strada londinese non venderanno più buona parte di quella plastica che finisce, volente o nolente, ovunque attorno a noi e alle volte anche nel nostro corpo senza che ce ne rendiamo davvero conto. Recentissimi i gridi d’allarme lanciati anche in Italia da Vito Felice Uricchio, direttore dell’Istituto di Ricerca sulle Acque (Irsa) del Cnr: “Abbiamo osservato queste sostanze – ha affermato – anche nelle acque di fiumi e laghi in Italia. Non stupirebbe trovarle nei nostri alimenti” (vedi articolo). Il vero inquinante è costituito da microplastiche, “un inquinante emergente, ancora poco compreso” secondo il biologo Francesco Regoli. Una semplice bottiglietta di plastica può degradarsi certo, ma lo può fare nel corso di 600 lunghissimi anni, rilasciando microscopiche particelle a terra e nei mari, particelle che vengono assorbite da pesci e altri animali, che finiscono per far parte dei piatti che ci troviamo davanti.

L’operazione decisa dal Borough Market ha anche il merito di abbassare i costi per smaltire il materiale plastico in eccesso. Quello dello smaltimento e del riciclo della plastica è un problema annoso che non è stato mai risolto e affrontato fino in fondo. Lo stesso comune di Londra ha in programma la costruzione di un numero cospicuo di fontane a disposizione dei cittadini in giro per la città. Si tratta perciò di un’operazione importante, seconda solo al pagamento dei sacchetti di plastica nei supermarket: un deterrente usato per incoraggiare l’uso di buste di tela o altro materiale “non usa e getta”.

Post Author: Lorenzo Mansutti

Leave a Reply