La metro interrompe il servizio il 5 ottobre ? E’ sciopero degli autisti

Ventiquattro ore di sciopero. E’ quanto il sindacato Aslef degli autisti della metro londinese prevede il 5 ottobre prossimo. Se nel frattempo non sarà raggiunto un accordo con London Underground il servizio della ‘Tube’ sarà interrotto per tutto l’arco della giornata.

Quello che il sindacato ha deciso a larghissima maggioranza (si parla dell’80% delle adesioni) è dovuto alle condizioni di lavoro che sono cambiate negli ultimi tempi, in particolare da quando sono state introdotte le attività tuttora in vigore del Night Tube (il servizio notturno). Risale a due anni fa il compromesso stretto tra sindacato e azienda metropolitana: “Tfl (ossia l’azienda – n.d.r. -) non ha tenuto fede agli impegni precedentemente presi – ha affermato Finn Brenner di Aslef – e la pazienza è terminata”. Dall’altro lato London Underground sostiene “di lavorare per raggiungere un’intesa con il sindacato” e considera lo sciopero “non necessario”. Aslef precisa che la questione è strettamente legata alla riduzione dei turni di lavoro per gli autisti, in particolare a quelli da svolgere durante i week-end. Aspetto quest’ultimo, che doveva essere corretto ed integrato nel servizio metropolitano entro il luglio di quest’anno.

“Tfl non ha accettato di presentare precise proposte – continua il rappresentante di Aslef -. Tutti gli impegni presi sono stati rinviati dalla direzione aziendale. Le scadenze non sono state rispettate e le promesse neppure, mentre le proposte che Aslef ha avanzato non sono state prese in considerazione”. Al momento perciò la soluzione appare ancora lontana. Se le parti non si riavvicineranno, il 5 ottobre i disagi diverranno reali per moltissime persone che devono dirigersi a scuola, al lavoro e anche, in mezzo a questi, per i tanti turisti che ogni giorno affollano le linee della metro londinese.

Post Author: Lorenzo Mansutti

Leave a Reply