euro-futurismo italiano

The Estorick Collection – artisti italiani a Londra

Tra i numerosi tesori nascosti di questa città, capita di imbattersi in regali inaspettati, spesso vicini, sulla via di casa ma talvolta irraggiungibili, per questo tempo che non basta mai…

Dove: 39a Canonbury Square, London N1 2AN

Il luogo

La Estorick Collection è ospitata in un bellissimo edificio georgiano conosciuto in precedenza come Northampton Lodge. L’edificio è stato costruito tra il 1807 e il 1810 da Henry Leroux of Stoke Newington che tuttavia andò in bancarotta perchè la proprietà divenne meno attrattiva a causa del pesante traffico di carri e cavalli.

Negli anni successivi la proprietà cambiò diverse volte, rimanendo una privata abitazione fino al 1916. Nel dopoguerra ospitò una fabbrica di fiori artificiali fino al 1968 e negli anni immediatamente seguenti finì in abbandono. Nel 1974 è stata acquistata da Basil Spence e rinnovata dall’architetto Anthony Blee, diventò ufficio e studio dell’architetto Colin St. John Wilson (che ha progettato il nuovo edificio della British Library). Prima di essere acquistata dalla Estorick Foundation, l’edificio è stato di proprietà di una società di IT.

Estorick building

La Estorick Foundation è stata costituita nel 1994 con scopo educativo. Michael Estorick, figlio di Eric e Salome, suggerì l’acquisto della casa con lo scopo di ospitare la collezione. I lavori di rinnovamento furono supervisionati da Nathaniel Gee e finanziati da Heritage Lottery Fund.

Attualmente il museo comprende 6 gallerie su tre piani con una biblioteca e gli uffici sopra di questi, un caffè ed un bookshop ai lati dell’ingresso. Nel 2016 la struttura è stata ulteriormente rimodernata per migliorare l’esperienza degli ospiti.

Il fondatore: Eric Estorick (1913-1993) fu un sociologo e scrittore americano che iniziò seriamente a collezionare opere d’arte dopo essere approdato in Inghilterra dopo la II Guerra Mondiale. Nato a Brooklin, studiò alla New York University nei primi anni 30. Lì scoprì The Gallery of Living Art in Washington Square College ove alcune opere di Picasso, Léger, Miró e Matisse lo ispirarono a diventare collezionista.

In 1947 incontrò Salome Dessau e si sposarono nell’ottobre dello stesso anno. Durante il viaggio di nozze scoprirono la scultura e la pittura futurista e prima di fare ritorno in Inghilterra visitarono anche lo studio di Milano Mario Sironi. La coppia viaggiò diverse volte in Italia. Successivamente Estorik divenne mercante d’arte a tempo pieno facendo da tramite per tante stars di Hollywood come Lauren Bacal, Burt Lancaster e Billy Wilder.

Nel 1968 la Repubblica Italiana conferì a Estorick il titolo di Cavaliere seguito nel 1970 dal titolo di Commendatore per i suoi servizi di promozione dell’arte italiana.

Sei mesi prima della sua morte Estorick istituì la fondazione a cui donò la collezione italiana della coppia.

estorick - collection

La collezione accorpa alcuni dei migliori e più importanti lavori creati da artisti italiani durante la prima metà del 20° sec. ed è l’unico museo inglese dedicato all’arte moderna italiana.

E’ forse il più conosciuto per i lavori legati al Fururismo, fondata nel 1909 da F.T. Marinetti che propose un’estetica basata sulla vita moderna e la tecnologia, in particolare sulla velocità e le macchine. Questa idea attrasse immediatamente Umberto Boccioni, Carlo Carrà e Luigi Russolo, seguiti dai pittori Gino Severini e Giacomo Balla, rappresentando tutti insieme la prima fase del futurismo.

Sono presenti anche alcuni scultori tra cui Medardo Rosso, Emilio Greco, Giacomo Manzù e Marino Marini. Gli ultimi due accreditati per aver portato alla rinascita la scultura italiana nel 20° secolo.

Per ulteriori informazioni sugli orari, gli accessi e tutto quanto organizzato:

http://www.estorickcollection.com

Post Author: Marina Osgnach

Leave a Reply