Ottobre caldo, due giorni di scioperi nella capitale e fuori

A Londra il primo sciopero d’ottobre per chi non usa auto e due ruote per spostarsi è quello di martedì 3. Il traffico ferroviario si ferma infatti dall’1 di notte fino alla stessa ora del giorno successivo. I disagi nei trasporti interesseranno tutti i viaggiatori con biglietti delle aziende Greater Anglia, Arriva Rail North, Southern e Merseyrail. Dopo 24 ore scatterà un nuovo sciopero per giovedì 5 ottobre (stesso orario).

I treni sono i mezzi che sono più coinvolti dal primo sciopero che coincide con una delle giornate in cui il partito dei Tories si ritrova a Manchester per discutere di questioni interne e Brexit. Durante queste 24 ore le più grandi aziende di trasporto ferroviario cancelleranno la possibilità di viaggiare verso la capitale inglese e da questa in direzioni esterne per l’astensione dal servizio da parte degli autisti. Il normale traffico riprenderà mercoledì 4 per interrompersi di nuovo all’una del mattino di giovedì. In questo secondo caso però lo sciopero non riguarda soltanto le ferrovie ma anche i dipendenti del Tube di Londra. Per il 5 ottobre è prevista una giornata molto affollata sugli altri mezzi in servizio: autobus, overground e DLR che, immaginiamo, saranno presi d’assalto a causa della chiusura del Tube londinese. C’è da tenere in debito conto che al Wembley Stadium è in programma anche la partita di calcio tra la Nazionale inglese e quella slovena: anche qui il traffico ne risentirà.

E’ necessario perciò organizzarsi in tempo e prendere le giuste contromisure per evitare un viaggio troppo complicato studiando all’occorrenza percorsi alternativi a quelli di tutti i giorni. Con un po’ d’attenzione agli aggiornamenti sulle informazioni del traffico cittadino (e di quello fuori Londra) sarà possibile superare i disagi che inevitabilmente potrebbero presentarsi un po’ ovunque.

Post Author: Lorenzo Mansutti

Leave a Reply