new pound

Sostituite le vostre sterline, tra poco andranno fuori uso

Guerra ai pound contraffatti. Sembra essere questo il motivo principale per cui dal 15 ottobre la vecchia moneta del valore di 1 sterlina cadrà in disuso per lasciar posto a quella rinnovata introdotta la primavera passata. Il nostro consiglio perciò è quello di spendere quelle che avete e non lasciarle nel salvadanaio.

A meno che non siate un collezionista, infatti, le vecchie sterline, una volta tolte dal mercato, perderanno il valore commerciale grazie al quale sono in circolazione ormai dal 1983. Innanzitutto è necessario ricordare quali sono le differenze sostanziali tra il vecchio e stra-usato pound e quello di nuovo corso: il primo aveva una classica forma rotonda ed era monocolore, il secondo invece è stato pensato come un poligono a 12 lati (fateci caso) ed è invece bicolore. La nuova sterlina dunque è piuttosto facile da riconoscere essendo composta da due metalli: il perimetro è color oro, mentre la parte centrale è d’argento. Se non sarete però in grado di smaltire entro la data limite del 15 ottobre tutte le monete che andranno fuori corso oppure se ne scoprirete qualcuna che non pensavate di possedere, in ogni caso non c’è da temere: sarà possibile rivolgersi ad uffici postali o banche che penseranno al loro ritiro anche in una fase successiva a questa. I vecchi ‘coin’ da una sterlina non saranno però più accettati in nessun altro esercizio commerciale e dovrete dotarvi necessariamente di quelli entrati sul mercato soltanto pochi mesi fa.

old pound

La nuova moneta da un pound è leggermente più grande ma ha un peso inferiore rispetto alla precedente. L’organismo che conia le monete qui in Uk, ossia la Zecca Reale, sostiene la bontà e l’efficienza del nuovo mezzo di scambio e ha comunicato già da tempo che si tratterebbe della “moneta in circolazione più sicura al mondo”. Se la vecchia è stata in uso per ben 34 anni, la sterlina bicolore di nuova introduzione dovrà batterla in longevità perché l’affermazione della Zecca Reale diventi veritiera.

Post Author: Lorenzo Mansutti

Leave a Reply