Sotheby’s mette all’asta materiale inedito su Giuseppe Verdi

Alla fine di ottobre un’enorme mole di materiale sulla vita di Giuseppe Verdi sarà venduta all’asta. Gli eredi di uno dei massimi compositori italiani hanno ormai deciso: Sotheby’s la presenterà al pubblico il 26 ottobre prossimo qui nella capitale. Il ‘ritrovamento’ è già una grande notizia per il mondo della cultura.

In questo momento alcuni pensano all’eventualità di dover riscrivere le biografie esistenti su Verdi: tutto quello che infatti la famiglia ha tenuto con sé praticamente per un secolo e senza metterci quasi mai le mani potrebbe riservare più di qualche sorpresa. I documenti di questa collezione privata sono molto preziosi: alcune lettere, in particolare, partirebbero da un valore iniziale attorno ai 300.000 euro. Fabrizio Della Seta, docente di musicologia all’Università di Pavia, intervistato da la Repubblica ha dichiarato: “Sarebbe importantissimo adoperarsi affinché questo patrimonio torni in Italia o almeno rimanga accessibile dopo la vendita”. In questa fase teatri, enti culturali etc. potrebbero partecipare all’asta (non sarebbe certo la prima volta) con l’obiettivo di non permettere che tutti questi inediti vadano assegnati a molti compratori interessati e si disperdano quindi nelle più differenti direzioni. Uno dei propositi principali è quello di consentire alla comunità degli studiosi della materia di continuare ad aggiornare quello che fino a qui sappiamo su Giuseppe Verdi. Bozze, lettere autografe, foto: è già noto che oltre alla collezione degli eredi dell’autore nato nel XIX secolo l’asta comprenderà anche scritti e lettere di altri grandi compositori quali Beethoven, Chopin, Rossini, Puccini, Bellini etc. L’asta londinese di fine ottobre sarà perciò un evento per molti collezionisti e non solo per loro.

Giuseppe Verdi

Nel Parlamento italiano un’interrogazione a tale proposito è stata già presentata da parte dei deputati Pd Maestri e Romanini: è rivolta direttamente nei confronti del Ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, affinché venga messa in piedi un’iniziativa per recuperare questo tesoro inestimabile, di cui finora non si sapeva nulla e che è senz’altro indispensabile conoscere ed approfondire.

Post Author: Lorenzo Mansutti

Leave a Reply