mona-lisa

L’ultimo Da Vinci: Salvator Mundi

Il 15 Novembre la casa d’asta Christie’s di New York presenterà questo capolavoro di Leonardo da Vinci. Prima dell’asta, il dipinto verrà esibito da Christie’s anche a Londra e di seguito desideriamo raccontare la storia di questo dipinto che è venuto alla luce solo negli anni recenti.

Nel 2011 l’esposizione Leonardo da Vinci: Painter at the Court of Milan presso la National Gallery di Londra, ha creato una sensazionale e mondiale reazione mediatica. E’ stata la prima scoperta dal 1909 di uno dei pochi dipinti esistenti (si stimano in numero inferiore a 20) generati dalle mani di Leonardo.

Attualmente in mani di un collezionista privato, il dipinto verrà offerto come lotto speciale nella Post-War and Contemporary Art Evening Sale, il 15 Novembre presso Christie’s, New York.

Il dipinto ha fatto parte dell’esposizione tenutasi a Londra presso la National Gallery nel 2011-2012, considerata la più completa esposizione dei dipinti attribuiti a Leonardo, mai avvenuta in precedenza. L’esposizione di Londra ha rappresentato la tappa finale di più di sei anni di ricerche e studi volti a rivelare l’autenticità del dipinto (pesantemente coperto da sovra pittura ed a lungo ritenuto una copia), subito dopo la sua scoperta in una piccola asta regionale negli USA.

Il nuovo proprietario si è mosso magistralmente nella ricerca della verità sul dipinto consultando le voci degli studiosi più autorevoli sui lavori e la carriera del Maestro.

Il lavoro è stato restaurato nel 2007 da Dianne Dwyer Modestini.

Dwyer Modestini ha ricevuto il suo B.A. in Art History al Barnard College, Columbia University nel 1968 e nel 1973 ha ottenuto un M.A. E Certificate of Advanced Study in Conservation da The State University of New York at Oneonta. Detiene un Certificate in decorative arts ottenuta presso l’Accademia di Belle Arti a Firenze, uno in Conservazione di pitture murali da International Center for the Conservation of Cultural Property e dall’Istituto Centrale di Restauro a Roma dove ha studiato nel 1972 sotto la direzione di Laura e Paolo Mora.

Dwyer è stata Moglie di Mario Modestini, con il quale ha stretto anche una fitta collaborazione professionale, conosciuto come uno dei più grandi conoscitori e restauratori della pittura italiana del secolo scorso, anche Curatore e Conservatore della Kress Foundation.

http://www.kressfoundation.org/uploadedFiles/Modestini_CV.pdf

collage leonardo

Il dipinto scomparse tra il 1763 fino al 1900 quando fu acquistato da Sir Charles Robinson per la Cook Collection, Doughty House, Richmond, come dipinto attribuito ad un seguace di Leonardo, Bernardino Luini. Da quella data il viso del Cristo ed i capelli sono stati completamente ridipinti. Con il successivo smembramento della Cook Collection, il lavoro fu consegnato all’asta nel 1958 dove raccolse £45, successivamente sparì per circa 50 anni fino all’acquisto nel 2005 da parte di una proprietà Americana.

Dianne Dwyer Modestini, che si è fatta carico del processo di restauro, ha rivelato la reale paternità del dipinto che esprime un inquietante mistero una delle principali caratteristiche della più fine pittura di Leonardo.

A seguito del completamento dei lavori di restauro (Autunno 2007) un team di esperti a livello internazionale sull’arte di Leonardo (tra questi Mina Gregori, Università di Firenze e Sir Nicholas Penny Chief Curator of Sculpture alla National Gallery of Art Washington e successivamente Director della National Gallery, London) è giunto ad un consenso unanime nell’attribuire al maestro l’opera Salvator Mundi.

Nel 2008 il dipinto venne portato alla National Gallery di Londra dove venne sottoposto a studi ulteriori (tra gli studiosi Maria Teresa Fiorio – Raccolta Vinciana Milano – e Pietro C. Marani – Professore di Storia dell’Arte al Politecnico di Milano). Il consenso sulla paternità dell’opera rimase ancora unanime, solo qualche parere discordante riguarda il periodo di appartenenza; per alcuni farebbe riferimento al periodo Milanese (contemporaneo all’Ultima Cena) per altri al periodo Fiorentino che data l’opera come contemporanea alla Mona Lisa.

N.B. Prima della ampliata esposizione che anticipa la vendita a New York (28 Ottobre – 4 Novembre), Christie’s esporrà il dipinto in località chiave nel mondo inclusa Hong-Kong (13-16 Ottobre), San Francisco (17-21 Ottobre) e Londra (24-26 Ottobre).

http://www.christies.com/features/The-last-da-Vinci-Salvator-Mundi-8598-3.aspx?pid=en_homepage_row1_slot1_2

 

Post Author: Marina Osgnach

Leave a Reply