Vittoria e piazzamenti per i karateka italiani in Uk

Vittoria e piazzamenti per i karateka italiani in Uk

 

Seicento i karateka giunti da tutto il mondo per il XIX Mondiale giovanile di Karate (tradizionale) da poco tenutosi a Londra. Molte le medaglie vinte da atleti italiani nei giorni di gara compresi nel periodo dal 25 al 29 ottobre: presenti 16 giovanissimi iscritti del Karate Do Trieste. Particolarmente brillante è stato il risultato ottenuto da Ilya Rachevski, vincitore assoluto nel Kata individuale nella categoria cintura marrone 12-13 anni.

La gara del piccolo Rachevski era quella più nutrita di concorrenti e forse la più difficile di tutte quelle disputate. I ragazzi arrivati Oltremanica da Trieste erano accompagnati dalla loro maestra Anna Devivi, che ha potuto senz’altro sentirsi gratificata per altri ottimi piazzamenti. Caterina Zamolo ha raggiunto la medaglia d’argento nella categoria riservata a cinture nere per il combattimento open +18 anni, mentre Chiara Pradal ha conquistato il terzo gradino del podio dietro alla compagna Nicole Santorsola. In questo caso la categoria in cui le due karateka gareggiavano è il kata individuale per cinture marrone e nera (nella fascia 15-17 anni): nel combattimento a squadre Santorsola e Pradal si sono poi guadagnate anche la medaglia di bronzo. Le sorprese non finiscono qui: il pari età Gabriele Edomi è arrivato secondo nella sua specialità (kata individuale per cintura blu). Altri importanti piazzamenti al terzo posto sono stati ottenuti grazie alla più piccola di tutta la spedizione nella capitale, Maddalena Plani, nel kata per 9 e 10 anni, e nel combattimento singolo per cinture blu 13-14 anni con Margherita Plani.

Le ultime due medaglie sono state portate a casa da due ragazzi: anche questa volta si tratta di due terzi posti per Filippo de Palma, nel kata e nel combattimento singolo per cinture nere +18 anni, e per la squadra maschile di combattimento di cinture nere nella fascia d’età 15-17 anni.

 

 

Post Author: Lorenzo Mansutti