trombetta

Raffaele Trombetta è il nuovo Ambasciatore in Uk

‘Cambio della guardia’ all’Ambasciata d’Italia nel Regno Unito. Da oggi Pasquale Terracciano lascia il posto finora occupato e gli subentra Raffaele Trombetta, napoletano, al quale spetterà il compito di reggere la guida dell’importante rappresentanza diplomatica qui a Londra. In tempi di Brexit Trombetta torna nella capitale britannica dov’era stato Console tra il 1990 ed il 1995.

Sposato con una cittadina britannica e padre di due figli, Raffaele Trombetta ha una laurea in Scienze Politiche ottenuta a Napoli all’Università degli studi Federico II, oltre ad un Master in Studi Europei conseguito anche questo nel Regno Unito, alla London School of Economics. Ha iniziato la carriera diplomatica all’età di 25 anni e ha viaggiato a lungo tra Pechino, Brasilia, Bruxelles e Bogotà. Proprio in Brasile Trombetta ha già svolto la funzione di Ambasciatore di recente (dal 2013 al 2016) e, l’anno scorso, ha rappresentato il Governo italiano durante gli incontri che si sono svolti in occasione del G7 e del G20. Il Regno Unito ritrova perciò una persona che conosce il territorio, mentre l’ormai ex Ambasciatore Pasquale Terracciano si sposta più a est, per l’esattezza a Mosca, dopo quasi cinque anni di stanza a Londra. Trombetta è stato anche insignito dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica sette anni or sono. Dalla primavera del 2015 viene accreditato, con le credenziali di Ambasciatore, anche nel Suriname. Dall’anno successivo viene promosso ad Ambasciatore vero e proprio.

ambasciata_italiana_a_londra

Il nuovo Ambasciatore italiano nel Regno Unito lavorerà in un periodo di passaggio molto delicato per gli Italiani che già vivono e lavorano Oltremanica. “Nei prossimi anni – ha dichiarato Trombetta via Twitter – vedremo nascere un nuovo rapporto tra il Regno Unito e l’Unione europea, ma non cambieranno i sentimenti di amicizia ed i valori in comune. L’Ambasciata d’Italia rimarrà aperta alle più strette collaborazioni, al fianco dei nostri cittadini”.

Post Author: Lorenzo Mansutti