May

Rivelazione di Buzzfeed News, stime al ribasso per il dopo Brexit

Un documento riservato del governo May desterebbe più di qualche preoccupazione per il post-Brexit. Secondo Buzzfeed News, infatti, Londra starebbe valutando quali potrebbero essere nel futuro le condizioni che il Regno Unito dovrebbe sopportare per la decisione di uscire dall’Unione Europea. In tutti i casi le previsioni sarebbero a dir poco “fosche”.

Le idee concepite sulla crescita per i futuri 15 anni andranno probabilmente riviste al ribasso. Tra non molto Theresa May dovrà negoziare con Bruxelles un accordo che potrebbe creare nuovi rapporti di libero scambio tra i Paesi Ue ed il Regno Unito, ma l’intento potrebbe anche fallire così come si potrebbe mantenere un accesso al mercato europeo non molto diverso da quello attuale. In ogni caso, al di là dei costi che la Brexit porterà (ancora difficili da valutare in questa fase iniziale), l’analisi che sarebbe stata fatta dal Dipartimento per la Brexit del governo May (con a capo il Segretario di Stato David Davis) oscillerebbe su valori tra il 2% e l’8% più bassi rispetto alle attese. Ne sarebbero al corrente finora solo i ministri più importanti del governo, tutti avvisati con circospezione e riservatezza prima della riunione ufficiale che dovrebbe arrivare nel giro di una settimana più o meno. Si attende ora di capire come Londra potrebbe reagire davanti ad una situazione più difficile di quanto si sperava. Esistono comunque altre leve da azionare per il Regno Unito: i rapporti con l’alleato di sempre (gli Stati Uniti) e gli accordi con India, Australia, Cina ed altri Paesi di quell’area.

Davis

Gli effetti negativi sull’economia di Londra non sono certamente un ‘fulmine a ciel sereno’. E’ necessario osservare dove e come si assesteranno gli equilibri da qui a qualche mese: c’è già chi minimizza le nuove previsioni, mentre altri sostengono che le ipotesi sarebbero attendibili e che la cautela, in queste faccende, non è mai troppa. Le indiscrezioni fanno presto a trovare conferme ma anche smentite.

Post Author: Lorenzo Mansutti