Dante_Alighieri

L’appuntamento con Dante è sempre all’Ici di Londra

Il ciclo di conferenze dell’Istituto italiano di Cultura è giunto al terzo incontro su Dante Alighieri. La figura di colui che è tuttora ritenuto il padre della lingua italiana verrà affrontata, martedì 6 febbraio, soprattutto dal punto di vista teologico e filosofico. Due aspetti che mettono insieme, trasversalmente, opere come il “Convivio”, il “De Monarchia” e la più celebre, “Divina Commedia”.

L’appuntamento con il “Sommo Poeta” è una nuova occasione per conoscere chi segnò profondamente la storia della letteratura italiana sette secoli or sono. Parteciperanno alla conferenza Alessandro Scafi, lettore in Storia culturale del Medioevo e del Rinascimento al Warburg Insitute dell’Università di Londra, insieme a John Took, professore emerito di Studi danteschi all’University College London ed autore di libri su Dante e la teologia, oltre a scritti ancora in lavorazione e di futura pubblicazione proprio sullo scrittore fiorentino. Passando attraverso il pensiero politico di Dante e l’influenza che su di lui ebbe Aristotele, Alighieri e la sua storia saranno esplorati in relazione ai tanti argomenti toccati nel corso della sua intensa esistenza. La lingua, il valore civile dello scrivere, ma anche il rapporto con l’esistenza terrena e quella ultraterrena sono difficili da non incrociare nella versatilità degli studi che lo stesso Dante raramente smise di seguire nel suo percorso. Lo stesso periodo d’esilio a cui fu obbligato non fece altro che accentuare l’interesse di Dante per alcuni temi politici e religiosi al tempo stesso.

dante

E’ doveroso ricordare che Dante non riuscì a tornare nella sua Firenze e la morte lo colse mentre si trovava a Ravenna tra il 13 ed il 14 settembre 1321. La febbre per la malaria contratta all’età di 56 anni non gli permise di rivedere le terre che gli diedero i natali. L’incontro all’Istituto italiano di Cultura è ad ingresso libero e si svolgerà nell’orario compreso tra le 19 e le 20.30.

Post Author: Lorenzo Mansutti