Sabri

Un giovane italiano di 19 anni è stato ucciso, catturato il presunto omicida

Un giovane italiano è stato ucciso tre giorni fa a Londra in circostanze che sono ancora poco chiare. Sabri Chibani, 19enne di origini tunisine, viveva a Piacenza e da qualche mese aveva raggiunto il fratello nella capitale britannica per cercare lavoro: qui sarebbe stato accoltellato da un altro giovane di 23 anni arrestato perchè è finora ritenuto il principale indiziato della sua morte.

Ronny Padilla è il nome del presunto aggressore (ed omicida) del ragazzo piacentino, stando a quanto comunicato finora dalla Metropolitan Police. Il 23enne comparirà già oggi davanti ai giudici per rispondere di quanto successo pochi giorni fa. L’assassinio è avvenuto nella zona sud di Londra, precisamente a Streatham: Sabri Chibani si trovava in un’abitazione all’interno della quale sarebbe iniziata una colluttazione. Il giovane piacentino ha tentato di mettersi in salvo uscendo dalla casa ma l’assassino non gli avrebbe lasciato alcuno scampo. Purtroppo all’arrivo dei soccorsi non c’era già più niente da fare per Sabri Chibani. Il ragazzo s’era diplomato appena l’anno passato all’Istituto tecnico industriale Marconi di Piacenza ed aveva giocato a calcio per la società Spes Borgotrebbia: le prime notizie avevano dato conto di un incidente stradale in cui sarebbe rimasto coinvolto il 19enne ma quanto è emerso nelle ultime ore sembra chiarire definitivamente che le circostanze della morte siano ancora più tristi. Attualmente il movente è ancora oscuro ed anche la dinamica dei fatti dovrà essere sottoposta a tutti gli accertamenti del caso da parte delle autorità competenti del Regno Unito.

Spes

In queste ore i familiari di Chibani stanno raggiungendo la capitale inglese. Secondo quanto dichiarato ad ansa.it, il padre Munir avrebbe saputo della morte via telefono ma all’inizio anche a lui era stato detto che s’era trattato d’un indicente: “Sono distrutto – ha detto -. Sabri era un ragazzo a cui tutti volevano bene”.

Post Author: Michele Pesce