È italiano il terzo passaporto più potente del mondo

Volete girare il mondo senza essere costretti a richiedere troppi visti? Con il passaporto italiano in tasca è più facile perchè il nostro è il terzo più potente del mondo.

 

A certificarlo è la società di consulenza Henley & Partners, che ogni anno prepara una classifica utilizzando i dati della IATA mettendo a confronto 199 passaporti nazionali con 227 destinazioni diverse. La IATA – associazione internazionale traffico aereo – possiede il più importante e dettagliato database mondiale del settore, in continua elaborazione.

Il risultato dell’anno corrente vede appunto l’Italia guadagnare una posizione nella classifica Henley & Partners passando dal quarto al terzo posto e scavalcando nazioni importanti come gli USA, la Cina e perfino il Regno Unito, ora quarto: con il passaporto italiano si può accedere senza visto, sia quello da richiedere prima della partenza sia quello in arrivo, in ben 187 paesi.

 

Un terzo posto che l’Italia condivide con Francia, Spagna, Svezia, Finlandia e Corea del Sud, mentre al secondo posto si trovano Germania, che perde nel 2018 il primato, e Singapore con 188 paesi accessibili, mentre al primo posto svetta il Giappone con 189.

La presenza di molti paesi dell’aerea Schengen nelle primissime posizioni non sorprende, merito della possibilità di accesso a tanti paesi europei, ma l’area asiatica è decisamente forte grazie all’intensificarsi delle relazioni diplomatiche e, non secondario, all’affermarsi della loro potenza economica.

 

Un dato curioso? La differenza tra l’Italia e la Germania riguarda la Mongolia, per i tedeschi non è necessario richiedere il visto prima della partenza.

 

E la Brexit? Forse nei prossimi anni qualcosa potrebbe cambiare per chi possiede un passaporto inglese, ma allo stato attuale è ancora prematuro fare previsioni.

 

Il sito della Henley & Partners contiene una lista aggiornata dei paesi visitabili senza il visto d’ingresso, con il visto da richedere all’entrata e con quello elettronico, e permette all’utente di mettere a confronto le diverse potenzialità dei passaporti nazionali.

 

Informazioni www.henleypassportindex.com

Post Author: Michele Pesce