L’odissea dei passaporti per i cittadini italiani a Londra

Cosa comporta rinnovare il passaporto Oltremanica?

Lo sa bene la comunità dei nostri connazionali che vive nel Regno Unito. Rinnovare i documenti sta diventando purtroppo sempre più un’odissea.

Questo è il problema che si trova ora ad affrontare il nuovo Console Generale d’Italia, Marco Villani, insediatosi a Londra da appena due mesi.

Il Consolato italiano di Londra presenta un numero di iscritti all’Aire, l’albo degli italiani residenti all’estero, più alto di ogni altro consolato italiano nel mondo. Una situazione certamente critica e difficile da gestire.

I connazionali registrati come residenti in Gran Bretagna sono circa 350 mila: un numero da capogiro!

La comunità italiana negli ultimi anni è cresciuta in maniera esponenziale. E ora, grazie alla questione dell’incertezza creata dalla Brexit, si è scatenata ancor più una vera e propria corsa alla richiesta dei documenti.

Come fare per fronteggiare tutto questo e le lamentele da parte dei cittadini? Proteste che sfociano in rabbia e incredulità sui vari giornali e sui social network.

Verranno messe in atto una serie di migliorie che possano agevolare e rendere più veloce l’accesso al consolato. L’obiettivo è fornire una pronta ed efficiente risposta al cittadino.

Verrà cambiato il sistema informatico del call center e sarà possibile conoscere il tempo di attesa, oppure scegliere di essere richiamati. Inoltre verrà ripristinata l’opzione della prenotazione online che era stata sospesa dopo che, pare, il sistema fosse stato hackerato.

Un altro importante cambiamento riguarda il potenziamento degli organici. E’ prevista l’assunzione di dieci nuovi impiegati, con un contratto a tempo determinato. In questo modo sarà possibile smaltire e accelerare il processo delle pratiche.

Non resta che pazientare e aspettare fiduciosi!