Parole nere, mondi neri. Letteratura italiana a Londra

Da non perdere l’incontro con la scrittrice italiana Igiaba Scego sabato 27 ottobre, ore 13.45, Teatro CoronetStudio. £ 5
L’inclusione e la rappresentazione di voci nere nel mondo letterario e culturale è un tema importante, in modi diversi, sia in Italia che nel Regno Unito.

In Italia, un paese che ha lottato a lungo per affrontare il suo passato coloniale, le voci di un nuovo gruppo di autori della diaspora africana hanno appena iniziato a farsi sentire. Altrove in Europa e nel Regno Unito, le voci nere ed etniche delle minoranze hanno contribuito al dibattito culturale per lungo tempo, tuttavia la loro rappresentazione e inclusione sembrano ancora essere un problema complesso.

Igiaba Scego è una scrittrice, giornalista, ricercatrice e attivista italiana. È nata a Roma da genitori somali che si sono rifugiati in Italia dopo un colpo di stato nel loro paese di origine.

La traduzione inglese del suo romanzo Adua è stata pubblicata nel 2017 da New Vessel Press negli Stati Uniti e sarà pubblicata nel Regno Unito da Jacaranda Books.

Dopo la laurea in Lingue e letterature straniere moderne presso la Prima Università di Roma (La Sapienza), Igiaba Scego ha completato il dottorato di ricerca in pedagogia nel 2008 presso la Terza Università di Roma, con una tesi sulla scrittura di Erminia dell’Oro, Cristina Ali Farah e Gabriella Ghermandi.

Scrive per l’Unità, “Internazionale” e molte altre riviste che parlano di migrazioni e culture africane, come “Nigrizia”. Tra i suoi libri: Pecore nere (Laterza 2005), Oltre Babilonia (Donzelli 2008) e La mia casa è dove sono (Rizzoli 2010) vincitore del premio Mondello.

 

 

 

Ci sarà anche l’intervento dell’editore Sharmaine Lovegrove,  dopo aver co-fondato una compagnia di scout letterari e diventare un editorialista per Elle UK, ora dirige la propria impronta, Dialogue Books (parte di Little, Brown), con particolare attenzione alle voci BAME e al miglioramento della diversità nel mondo letterario.

Chair: Marianne Tatepo lavora nell’editoria a Londra. Ha scritto per il Guardian, per la Libreria, per Spread the Word e per la rivista Brooklyn, ed è stata pubblicata su On Anxiety di 3 di Cups Press.

I biglietti si possono acquistare accedendo a questo link:

https://www.the-print-room.org/buy-tickets/?eiid=48601&refID=null

 

Questo evento sarà in inglese.

Post Author: Cinzia Villa