Londra omaggia Mantegna e Bellini, due geni del Rinascimento italiano

Alla National Gallery si apre l’esposizione dedicata ai due artisti italiani, a confronto per la prima volta tra opere e carriera. Dopo le recenti esibizioni dedicate a Caravaggio, Michelangelo e Sebastiano, la National Gallery di Londra torna a puntare l’attenzione su alcuni dei maggiori artisti italiani dei secoli passati celebri in tutto il mondo.

Da ottobre è aperta Mantegna and Bellini per dare la possibilità al pubblico internazionale di conoscere più da vicino coloro che sono stati definiti dalla critica di tutti i tempi come due geni del Rinascimento.

Il museo nel centro della capitale inglese,  gestito dal direttore italiano Gabriele Finaldi, attraverso le opere d’arte in esposizione ha scelto di presentare “una storia d’arte, di famiglia, di rivalità, di personalità”.

La passione per il mondo antico di Mantegna e l’amore per la natura di Bellini sono elementi cruciali del Rinascimento italiano – ha sottolineato il direttore in occasione della presentazione alla stampa -. Questa mostra che raggruppa le loro opere è senza precedenti e probabilmente irripetibile”.

Mantegna and Bellini offre un’occasione unica di confrontare le opere di questi due importanti artisti che erano anche cognati: “Una connessione familiare dalla quale entrambi hanno tratto la forza e la lucentezza durante la loro carriera – ha spiegato Caroline Campbell, direttrice delle Collezioni e della Ricerca presso la National Gallery e curatrice dell’evento -. Le mostre che si concentrano sull’arte del XV secolo sono rare poiché le opere interessate sono spesso fragili e non sono in grado di viaggiare molto spesso.

Mantegna and Bellini è una bellissima un’opportunità unica e irripetibile di esplorare la relazione e le opere di questi due artisti che hanno svolto un ruolo fondamentale nella storia dell’arte”.

 

I due artisti lavorarono per sette anni mantenendo uno stretto dialogo creativo; sarà questo ciò che i visitatori della mostra saranno in grado di osservare in prima persona attraverso i raggruppamenti chiave dei soggetti rappresentati da entrambi i celebri autori.

La mostra segue le carriere dei due artisti partendo proprio dalle due città italiane Padova e Venezia, per spostare poi il focus sul lungo periodo che Mantegna trascorse alla corte dei Gonzaga a Mantova e sui capolavori di Bellini. Proprio in questi luoghi i due hanno prodotto opere come “Presentazioni al tempio”, “Orazione nell’orto”, la “Crocifissione” la “Pietà di Mantegna”, la “Madonna col Bambino e i santi”, la “Continenza di Scipione” oltre i “Trionfi di Cesare” insieme ad altre decine ammirabili da lunedi prossimo presso la National Gallery.

Sito ufficiale: https://www.nationalgallery.org.uk/whats-on/exhibitions/mantegna-and-bellini

Post Author: Cinzia Villa