Al ROYAL OPERA HOUSE: VERDI ‘La forza del destino’ diretto da Antonio Pappano

Martedì 2 aprile 2019 alle 19.15 l’opera epica ‘La Forza del destino’ rappresentata alla Royal Opera dopo oltre un decennio, in una spettacolare produzione di Christof Loy della Dutch National Opera. Il cast superbo comprenderà Anna Netrebko e Jonas Kaufmann nel ruolo degli amanti sfortunati Leonora e Don Alvaro.

Antonio Pappano è direttore musicale della Royal Opera, incarico che ha ricoperto dal 2002. Durante il suo mandato ha diretto un vasto repertorio, tra cui opere di Mozart, Verdi, Wagner, Puccini, Richard Strauss, Ravel, Berg, Shostakovich e Britten, così come le anteprime mondiali di The Minotaur, di Birtwistle e Anna Nicole di Turnage,  lavora per The Royal Ballet.

Nella stagione 2018/19 dirige Der Ring des Nibelungen, Reqiuem di Verdi, La regina di picche e La forza del destino, e un concerto orchestrale, per la Compagnia. Pappano è nato da genitori italiani a Londra, dove fin da piccolo ha suonato il pianoforte per gli alunni cantanti del padre.

Pappano ha diretto il repertorio sinfonico negli Stati Uniti e in Europa ed è direttore musicale dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Ha fatto molte registrazioni sia come direttore che pianista. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui nel 2015 la Royal Philharmonic Society Gold Medal, e nel 2016 è stato nominato uno dei dieci artisti italiani di maggior successo operanti nel Regno Unito dalla società PrimiDieci. Nel 2012 è stato nominato Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e ricevuto un cavalierato.

 

La forza del destino è uno dei risultati più ambiziosi di Verdi. La sua ouverture – che ci introduce al sinistre motivo che indica il destino – è una delle sue più memorabili. L’opera contiene anche alcuni dei più brillanti testi di Verdi, tra cui il coro “Rataplan” di Act III, e diverse arie bellissime e intime come l’ardente Atto IV di Leonora “Pace, pace mio Dio!”. C’è anche la commedia con le scene per il monaco goloso Fra Melitone. La produzione colorata e spettacolare di Christof Loy riflette la natura caleidoscopica dell’opera di Verdi, in cui drammi personali intensi si svolgono su uno sfondo di guerra e in cui la religione svolge un ruolo ambiguo.

Post Author: Cinzia Villa