Umberto Boccioni: “recreating the lost sculptures”

La distruzione, nel 1927, di un gruppo di sculture in gesso e a tecnica mista realizzate da Umberto Boccioni (1882-1916) uno dei principali rappresentanti del movimento futurista, è stata una tragica perdita per l’arte d’avanguardia. Delle tante create dall’artista tra il 1913 e il 1915, poche sono sopravvissute ad oggi.
Partendo da serie di fotografie che riproducono le opere dell’epoca e facendo uso di innovative tecniche di stampa 3D, gli artisti digitali Matt Smith e Anders Radén sono riusciti a ricreare 4 di queste sculture andate perse.

Queste opere saranno per la prima volta visibili al pubblico in una nuova mostra intitolata Umberto Boccioni: Recreating the Lost Sculptures, visitabile alla Estorick Collection di Londra dal 25 settembre fino al 22 dicembre 2019.

L’interesse di Boccioni per la scultura si sviluppò all’inizio del 1912, lui stesso scrisse “In questi giorni sono ossessionato dalla scultura! Credo di aver visto una completa rinnovazione di quest’arte mummificata”. Sempre nello stesso anno pubblicò il suo Manifesto Tecnico della Scultura Futurista nel quale invocava al rifiuto dell’utilizzo di materiali convenzionali quali il marmo e il bronzo. Le sue sculture più famose furono create con un singolo materiale (gesso) e si focalizzavano sul cercare di catturare il movimento con un’immagine statica – un problema che ha affascinato di frequente gli artisti del primo futurismo. Il suo approccio, che differiva in maniera spiccata da quello adottato dagli altri futuristi, cercava di esprimere un’esperienza intuitiva e fluida del movimento.

Oltre alle sculture 3D in dimensioni originali, vi saranno in esposizione anche altri modelli in scala ridotta che metteranno in evidenza le aree che Radén e Smith, a causa della mancaza di materiale fotografico, hanno dovuto ricostruire seguendo soltanto gli accenni rintracciabili attraverso lo studio del peculiare vocabolario stilistico dell’artista.

Estorick Collection of Modern Italian Art 39a, Canonbury Square, Londra N1 2AN
T: +44 (0)20 7704 9522 E: curator@estorickcollection.com www.estorickcollection.com

Orari di apertura al pubblico Mercoledì – Sabato 11.00-18.00, Domenica 12.00-17.00 Chiuso Lunedì e Martedì Ingresso: £7,50; ridotto: £5,50. Include l’ingresso alla mostra e alla collezione permanente

Post Author: ..