Goldman Sachs ha scelto Parigi e Francoforte per il 2019

Goldman Sachs ha scelto Parigi e Francoforte per il 2019

 

In attesa della Brexit Goldman Sachs, una delle più grandi banche d’affari a livello mondiale, si

sposterà da Londra. L’istituto finanziario a stelle e strisce porterà dipendenti e parte degli

uffici in Francia ed in Germania: dopo l’EBA (European Banking Authority) Parigi accoglierà

dunque anche gli americani, mentre l’altra città a ricevere parte del personale di Goldman

Sachs sarà la tedesca Francoforte.

Oltre quindi all’uscita dal Regno Unito dell’autorità che controlla il mercato bancario

d’Europa e dell’EMA (European Medicines Agency) che si occupa dei medicinali venduti,

Londra dovrà fare i conti con questo nuovo cambiamento. “Lasceremo il nostro staff – ha

dichiarato Lloyd Blankfein, Amministratore delegato di GS – libero di andare nella città che

preferisce”. “Immagino che il personale americano – ha proseguito -, per una varietà di ragioni,

preferirà Parigi. Altri decideranno di stabilirsi a Francoforte”. Il personale previsto dovrebbe

aggirarsi attorno alle due migliaia: alcuni potrebbero essere però nuovi assunti e non solo

banchieri di passaggio dalla City londinese alla capitale francese. Quanto a Francoforte

Goldman Sachs non è certo la prima banca a scegliere questa sede dato che molti altri grandi

istituti finanziari avevano già uffici presenti e operanti in Germania.

La storia recente di Goldman Sachs nella capitale inglese non è tutta rosa e fiori. Nel settembre

del 2010 la FCA (Financial Conduct Authority), che compie opere di vigilanza delle società e

della borsa britannica, ha multato GS per la frode commessa tre anni prima nei confronti dei risparmiatori inglesi. Una sanzione che constava di 31 milioni di dollari. Come scrive

Repubblica.it

(http://www.repubblica.it/economia/2017/11/21/news/goldman_sachs_parigi_francoforte-

181689758/) “la conseguenza dell’uscita della Gran Bretagna dall’Ue è che Londra perderà il

suo passaporto europeo”, parole di Michel Barnier, capo negoziatore dell’Unione Europea, il

quale si riferisce al diritto per la banca con sede a Londra di lavorare in tutti gli altri Stati Ue

senza dover richiedere alcun tipo di altra licenza.

Post Author: Lorenzo Mansutti