Comprare casa a Londra ? E’ un bel problema

Comprare casa a Londra ? E’ un bel problema

 

In 15 anni Londra ha visto dimezzarsi la capacità di spesa dei suoi cittadini. Anche comprarsi

una casa è diventata un’attività nient’affatto semplice per le famiglie: ad ottobre 2017 il costo

medio di un’abitazione è salito a 496mila sterline, vale a dire quasi 15 volte il reddito medio

incamerato da un abitante della capitale ogni anno. Nell’Ue saremmo attorno ad una spesa

equivalente a 441mila euro.

Secondo uno studio di Hometrack (https://www.hometrack.com/uk/), infatti, il costo delle case

è aumentato soprattutto alla periferia di Londra. Per quanto riguarda invece la zona centrale

sarebbe in corso una stagnazione che si sta trascinando da parecchi mesi: nonostante tutte le

incertezze ed i dubbi sul futuro del Regno Unito la casa si sta trasformando da bene di prima

necessità ad un obiettivo sempre più difficile da raggiungere per molte persone. Ovviamente i

primi a farne le spese sono coloro che appartengono alle giovani generazioni. Una conferma

diretta di questo fenomeno è venuta proprio dal Ministro delle Finanze, Philip Hammond, che

ha pubblicamente dichiarato come in tutto il Paese il numero di giovani che hanno comprato

casa si sia abbassato dal 2004 ad oggi del 21% (per l’esattezza dal 59 al 38%). E’ probabile che

il governo May cercherà di correre ai ripari.

In tutto il Regno Unito Londra rappresenta la situazione più grave da questo punto di vista.

Altre città presentano le stesse criticità: in particolare Cambridge ed Oxford sono altri due

luoghi dove è molto complicato acquistare un immobile. Migliore è la situazione a Glasgow, ad esempio, ma sarebbe necessario anche analizzare le possibilità di trovare un buon lavoro in

Scozia per comparare i diversi costi della vita. Sono molte le ragioni che hanno portato alla

Brexit un anno e mezzo fa: la possibilità d’avere una casa di proprietà fa parte di questo

pacchetto.

 

Post Author: Lorenzo Mansutti