Il rispetto delle regole secondo Gherardo Colombo

Il rispetto delle regole secondo Gherardo Colombo

 

Un incontro in cui si parlerà dell’Italia e di ciò che significa oggi il rispetto delle regole. Martedì

21 all’auditorium del King’s College di Londra sarà presente l’ex magistrato Gherardo

Colombo. E’ diventato un personaggio noto per alcuni importanti processi come il Lodo

Mondadori ed altre inchieste che hanno attraversato la storia d’Italia: Mani Pulite, il delitto

Ambrosoli, fino alla scoperta della loggia massonica P2. L’ingresso è libero.

Gherardo Colombo, ospite della King’s College London Italian Society, inizierà l’incontro con il

pubblico alle ore 18 e per due ore affronterà uno dei temi forse più spinosi e trasversali alla

società italiana: il rapporto tra i cittadini e la legalità. Dal proprio osservatorio privilegiato

Colombo ha sicuramente avuto modo di incontrare fenomeni criminosi di alto livello. Ora da

presidente dell’associazione “Sulleregole” l’ex magistrato partecipa ad incontri dove non

mancano i dubbi da sciogliere né i quesiti da porsi. Ha senso chiedere se una legge debba

essere “giusta” ? Il carcere e la reclusione costituiscono un metodo utile per rieducare anche

oggi ? La corruzione è un fatto culturale oppure esistono strumenti per prevenirla o per

almeno ostacolarne l’azione ? Siamo sicuri che molte domande emergeranno tra i presenti in

sala sorrette dalla curiosità che nasce da fatti e circostanze che ognuno vive quotidianamente.

Senz’altro Colombo aiuterà a stimolare la comprensione: “Se i cittadini non comprendono le

regole – si legge nel sito dell’associazione di cui è presidente – essi tendono ad eludere le

norme quando le vedono faticose e a violarle quando non rispondono alla loro volontà. Perchè la giustizia funzioni fuori e dentro i tribunali, perchè ci sia giustizia è necessario che cambi tale

rapporto”. Consapevolezza e impegno personale sembrano essere un obiettivo da

raggiungere a livello individuale per avere una società più forte: due caratteristiche che, col

passare del tempo, potrebbero portare a qualche cambiamento culturale anche in profondità.

Post Author: Lorenzo Mansutti