La medicina italiana a Londra ? Risponde al nome di “Dottore London”

La medicina italiana a Londra ? Risponde al nome di “Dottore London”

 

A pochissimi passi dal British Museum c’è una realtà che potrebbe rivelarsi molto utile per tanti italiani che vivono Londra. “Dottore London” è il primo studio medico italiano nato e cresciuto tra le strade della capitale: si affianca in modo naturale al medico generico ma offre ai nostalgici dell’Italia la possibilità di comunicare molto più facilmente nella propria lingua madre. E’ una possibilità concreta di venire incontro ai bisogni più delicati ed intimi, quelli legati alla salute personale. All’interno dello studio i pazienti accolti non sono solo persone che arrivano dal Belpaese. Le visite specialistiche che vengono effettuate prevedono la presenza di logopedisti, pediatri, ginecologi, dermatologi, urologi, psichiatri, fisioterapisti e di molte altre figure legate al mondo della medicina. Un’ampia offerta di servizi in grado di interessare anche chi italiano non è. Stiamo infatti parlando di professionisti che conoscono la sanità inglese ed italiana perchè provengono proprio dall’Italia e hanno lavorato in entrambi i Paesi. Dottore London mette a disposizione un’assistenza medica all’altezza di quella a cui molti italiani erano stati abituati a casa loro prima di scegliere come destinazione il Regno Unito.

I prezzi sono accessibili e gli appuntamenti possono essere fissati anche nei fine settimana in modo da facilitare l’accesso ai pazienti quando il tempo libero è poco e la vita si fa sempre più frenetica. Oltrepassare le difficoltà che le diverse culture di provenienza fanno alle volte inevitabilmente incontrare rappresenta indubbiamente un vantaggio rispetto alla vita di tutti i giorni.

Dottore London si trova al 24E di Little Russell street, WC1A 2HS. Per ogni esame specifico o anche solo per una visita generale le porte sono quindi aperte. La clinica è già oggi un punto di riferimento dopo quasi tre anni di esperienza e nel tempo promette di diventarlo ancora di più.

Post Author: Lorenzo Mansutti